<

Monthly Archives:

Parte l’avventura del Nuovo Centrodestra

Parte la grande avventura del Nuovo Centrodestra, il movimento politico a cui ha dato vita il vicepremier Angelino Alfano e a cui ha aderito anche l’Associazione Insieme, fondata e presieduta da Severino Nappi, assessore al Lavoro della Regione Campania.

Da oggi è possibile costituire i circoli. Il regolamento e la carta dei valori sono disponibili sul sito www.nuovocentrodestra.it.

Partecipa anche tu attivamente alla costituzione del movimento!

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+RSS thisEmail this to someonePrint this page

Nappi, Ai nastri di partenza campagna per costruire il Nuovo Centrodestra

“Come aveva anticipato Angelino Alfano alla manifestazione nazionale di sabato 7 dicembre a Roma, si è aperta la grande campagna per costruire sui territori il Nuovo Centrodestra, attraverso la costituzione dei circoli”. Il presidente di Insieme, Severino Nappi, assessore al Lavoro della Regione Campania, ha ricordato, a margine di un evento che si è tenuto a Napoli, che il Novo Centrodestra è “un movimento che nasce dal basso, che si affida alla voglia delle persone di impegnarsi ed essere protagonista, per cambiare la propria città e il proprio paese con proposte concrete”.

“Un bel segnale per la politica – ha concluso – partire dalla gente e parlare alla gente”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+RSS thisEmail this to someonePrint this page

Raffaele Sentiero (Ncd),Includere Area torrese nel Consorzio Asi di Napoli

“Includere la zona industriale torrese nell’Area di sviluppo industriale”. Prosegue all’insegna della concretezza l’impegno del Nuovo Centrodestra in seno al Consiglio regionale della Campania. A chiedere di ridisegnare l’area di influenza del Consorzio Asi di Napoli è Lello Sentiero, consigliere regionale vicino alle posizioni dell’assessore Severino Nappi, e uno dei fondatori dell’associazione ‘Insieme’.

“Nell’area torrese – spiega Sentiero – vi è una notevole concentrazione di realtà imprenditoriali che, a causa della crisi e per altre ragioni, hanno chiuso i battenti o versano in una condizione di estrema difficoltà dopo tanti anni di disinteresse da parte delle Istituzioni. Abbiamo trovato una sorta di cimitero industriale e stiamo mettendo in campo una molteplicità di iniziative funzionali alla reindustrializzazione di questo territorio. Non abbiamo bisogno di imprese “lampo” ma, puntando ad un’occupazione stabile, occorre sollecitare il territorio affinché torni ad intraprendere. Da qui la proposta di inserire il territorio Torrese nell’Area di sviluppo industriale di Napoli.”

“I consorzi ASI – aggiunge Sentiero – promuovono le condizioni necessarie per la creazione e lo sviluppo delle attività imprenditoriali e dei relativi servizi alle imprese. L’area torrese ha bisogno proprio di valorizzazione e di consolidamento delle attività imprenditoriali presenti, e di quel potenziamento infrastrutturale che è fondamentale per sostenere i nuovi investimenti. E’ evidente che, in mancanza, è del tutto inimmaginabile un futuro che contempli il rilancio e la crescita dell’area; un prospettiva che comporterebbe conseguenze drammatiche dal punto di vista sociale.”

“Le piccole e medie imprese – osserva il consigliere di NDC – costituiscono l’ossatura del nostro sistema economico ed è su queste che occorre scommettere per dare una risposta tangibile alla crisi e alle sue conseguenze. Sostenendo le Pmi si possono creare i presupposti, anche nell’area torrese, per rilanciare gli investimenti, la crescita e, di conseguenza, l’occupazione.”

L’iniziativa del consigliere Sentiero è parte del lavoro Giunta-Consiglio iniziato presso il Comune di Torre Annunziata, per trovare soluzioni alla vertenza dell’area e alla gestione dei fondi ministeriali stanziati per le imprese in difficoltà. All’incontro, risalente al mese di febbraio con Raffaele Sentiero e il Sindaco Giosuè Starita, parteciparono l’assessore Severino Nappi, Coordinatore della cabina di regia per la gestione dei processi di crisi e di sviluppo, e l’assessore per le attività produttive, Fulvio  Martusciello.

“Già in quella occasione – dice adesso Sentiero – emerse in maniera chiara l’esigenza di includere l’area nel consorzio Asi; una valutazione condivisa anche dall’Assessore al lavoro, Severino Nappi. Sono certo che, grazie al suo impegno e alla sensibilità da egli fin qui dimostrata per le realtà produttive e per il mondo del lavoro, questo obiettivo potrà essere raggiunto in tempi ragionevoli”, chiude Sentiero.

In questo percorso, lo sblocco delle risorse dell’Area Attività Produttive della Regione e la loro messa a sistema con quelle dell’Area Lavoro della Regione grazie alla delibera esaminata oggi dalla Giunta Regionale è il miglior segnale per Torre Annunziata. Finalmente, nel nuovo anno, potremo costituire una misura di crescita e sviluppo per il nostro territorio che inverta la situazione di Torre Annunziata.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+RSS thisEmail this to someonePrint this page

Microcredito, 2300 domande presentate solo nel primo giorno

Sono già 2.300 le domande per accedere alla seconda edizione del Microcredito nella prima giornata di apertura della piattaforma per avere i finanziamenti. Il microcredito è il prestito che la Regione Campania concede ai soggetti svantaggiati e cosiddetti ‘non bancabili’ per aprire o ampliare attività commerciali. Il prestito con restituzione a tasso zero, va dai 5mila ai 25mila euro.

Già la precedente edizione, lo scorso anno, ha fatto registrare migliaia di beneficiari e la misura è stata replicata dalla Regione Campania. Sale così a 100milioni di euro la cifra totale investita finora su questa misura.

“E’ un grande impegno e una grande responsabilità nei confronti di così tante famiglie che, in sole 7 ore, hanno scelto di affidare il loro futuro ai nostri strumenti – ha commentato l’assessore regionale al Lavoro, Severino Nappi, presidente di Insieme –  Al tempo stesso, però, è una grande soddisfazione, in un tempo nel quale la politica viene accusata di non avere competenza e soluzioni, aver proposto, ancora una volta, misure che centrano le esigenze vere delle persone”.

Le domande possono essere presentate, esclusivamente online, fino alle ore 12 del 16 gennaio 2014. Il microcretito è un finanziamento a tasso “zero” che i beneficiari (cittadini europei e microimprese costituende o costituite, anche mediante spin-off; imprese del terzo settore quali associazioni e cooperative sociali, anch’esse costituende o costituite) possono restituire in 60 rate costanti posticipate, per attività di auto impiego ed auto imprenditorialità. La prima rata si inizia a pagare solo dopo 6 mesi dall’accredito, sul conto corrente del beneficiario, dell’importo ammesso.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+RSS thisEmail this to someonePrint this page

A Marano nasce il gruppo consiliare di Ncd

A Marano, nel Consiglio comunale, è nato il gruppo del Nuovo Centrodestra. Tra loro anche Titty Astarita e Mario Graata, esponenti di Insieme Marano. Tra i banchi della Giunta, invece, ha aderito a Ncd l’assessore al Personale, Eliodoro Belmare, anch’egli tra i nuovi “alfaniani” di Marano. A completare il gruppo di Ncd in seno al Consiglio comunle di Marano, Castrese Alfiero che ne è il capogruppi e Mario Granata.

Il nuovo gruppo consiliare, la cui costituzione è stata ufficializzata attraverso una nota protocollata oggi al Comune, sarà presentato nel corso della seduta del Consiglio comunale che si riunirà per dicutere del bilancio previsionale 2013.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+RSS thisEmail this to someonePrint this page

Più di duemila aderenti a Insieme a Roma per il Nuovo Centrodestra

Circa duemila persone aderenti all’Associazione Insieme, sono partite stamani dalla Campania per raggiungere Roma, in occasione della manifestazione nazionale per la fondazione del Nuovo Centrodestra di Angelino Alfano.

L’Associazione Insieme, fondata e presieduta da Severino Nappi, assessore al Lavoro della Regione Campania, ha organizzato 40 pullman che sono partiti dalle città campane ai quali si sono aggiunte numerose auto private. Quello partito dalla Campania è il gruppo presente alla manifestazione in maniera più massiccia.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+RSS thisEmail this to someonePrint this page

Lanni, Al Congresso è stato premiato il lavoro sui territori

Una terra “da scoprire e riscoprire”. L’Irpina esprime 5 componenti in seno all’Assemblea nazionale del Nuovo Centrodestra, eletti nel corso del congresso dello scorso fine settimana, e, come spiega Raffaele Lanni, consigliere comunale di Rotondi, ex assessore provinciale ed esponente dell’Associazione Insieme, ”il territorio avellinese è ricco di risorse”.

“A cominciare dal turismo religoso – dice – Basti pensare che ogni anno al santuario di Montevergine si recano, dati ufficiali, 2milioni di pellegrini. Ma sono turisti ‘mordi e fuggi’, dobbiamo fare in modo che restino più giorni”. Quindi l’idea è di “realizzare una rete, percorsi che possano far restare i turisti sul territorio”. E non solo nella zona di Montevergine, anche perché, come ricorda Lanni, “è nel territorio avellinese che c’è l’unica stazione sciistica della Campania, Laceno, che ottiene sempre grandi risultati in quanto a presenze”.

A Roma, nel corso del Congresso, Lanni racconta di aver visto “una grandissima partcipazione di persone, della gente che ha capito che Ncd è dalla loro parte”. “Per la Campania si può parlare di una presenza straordinaria e numeri da record di rappresentanti dell’Assemblea – sottolinea – Questo è il risultato di un grande lavoro di ascolto fatto sul territorio insieme con l’assessore al Lavoro della Regione Campania, Severino Nappi che, non sono in Irpinia, ma in tutta la regione, ha spiegato perché e in che modo nasceva il Nuovo Centrodestra”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+RSS thisEmail this to someonePrint this page

Nappi, ecco le nostre iniziative per i giovani

(Intervista a Il Roma del 3 dicembre 2013 di Ester Coppi)

Severino Nappi, assessore al Lavoro, massimo impegno nel suo settore. Un impegno ora targato Ncd. Assessore Nappi, perché il Nuovo Centrodestra?

“Perché in un Paese dove tanti scelgono la strada della convenienza e dell’interesse individuale, del ‘tanto peggio tanto meglio’, c’è una parte che ha scelto di mettersi in gioco e di scommettere sulla serietà della propria proposta politica, che vuole guardare al bene di tutti e non solo di qualcuno”.

Ma come la mette con il governatore Caldoro?

“Con Stefano il rapporto resta saldo e stretto: la sua straordinaria opera di rinnovamento della nostra Regione si fonda sui valori della concretezza, della serietà, del rispetto delle regole, sul recupero di credibilità della nostra Istituzione”.

 

In questo Paese si parla sempre di lavoro, ma in concreto cosa si fa per creare occupazione in Italia?

“Certo non quello che servirebbe. Il lavoro non si costruisce con strumenti automatici e gestiti dal centro ne con ricette prese dai libri o con le chiacchiere. Occorre coinvolgere il territorio, mettere in rete le migliori esperienze e i migliori strumenti tenendo conto delle diversità dei bisogni delle varie aree del Paese e so prattutto mettere in campo una seria politica industriale”.

 

A proposito dei giovani, secondo lei c’è speranza per i nostri ragazzi?

“Sì, e paradossalmente molto più di ieri. La Campania si sta impegnando molto su questo tema. Abbiamo messo in piedi cento poli formativi, cioè cento aggregazioni stabilì di circa 2mila tra scuole, enti della formazione professionale e imprese che coinvolgono ventimila ragazzi. Abbiamo la legge sull’apprendistato più avanzata d’Italia, una disciplina sui tirocini che introduce diritti e anche un piccolo compenso per i ragazzi che sosterremo finanziariamente anche noi, non da ultimo misure sulla formazione costruite d’intesa col sistema produttivo”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+RSS thisEmail this to someonePrint this page

Terra dei Fuochi. Nappi, Governo sulla strada giusta con il decreto

“Il risanamento ambientale è il primo passo, avviare la mappatura dei terreni è il secondo, il terzo sarà un provvedimento ad hoc per l’economia locale”. Severino Nappi, assessore al Lavoro della Regione Campania e presidente di Insieme, indica in questi tre step le mosse da compiere per la Terra dei Fuochi, dopo l’ok al decreto arrivato nel corso del Cdm di oggi.

“Sulla base di quel provvedimento, approvato oggi su proposta del ministro per le Politiche Agricole, Nunzia De Girolamo – dice – è evidente che il Governo non solo è sulla strada giusta, ma è anche a buon punto”.

Per Nappi, il decreto “rappresenta il motivo per il quale il Governo deve continuare la sua azione perché il Paese, e in particolare la Campania, necessitano di risposte e soluzioni a tanti problemi”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+RSS thisEmail this to someonePrint this page

Come radicare Ncd in Campania al centro dell’incontro tra Nappi e il ministro Lupi

Strategie del radicamento in Campania del Nuovo Centrodestra, attenzione del neonato partito tra la gente e la volontà di dare vita a un progetto politico concreto. Sono stati questi i temi dell’incontro tra il ministro per i Trasporti e le infrastrutture, Maurizio Lupi, e l’assessore al Lavoro della Regione Campania, Severino Nappi, presidente di Insieme, entrambi esponenti del Nuovo Centrodestra di Angelino Alfano.

Tra gli argomenti affrontati durante l’incontro, anche la volontà di vita, nel concreto,a un progetto che si caratterizza, in un tempodi mere proteste e personalismi, per la qualità della proposta politica.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+RSS thisEmail this to someonePrint this page