<

Monthly Archives:

In Consiglio regionale Ncd presenta ‘Cresci Campania’

Esenzione dall’Irap, semplificazione amministrativa: sono i cardini della proposta di legge, presentata dal gruppo Ncd del Consiglio regionale della Campania con la quale si punta a dare una risposta alla crisi e a creare nuova occupazione.

Si chiama “Cresci Campania” ed è stato presentato dai componenti del gruppo insieme con l’assessore al Lavoro della Regione Campania, Severino Nappi, presidente di Insieme, e con il presidente del Consiglio regionale, Paolo Romano.

Il testo interviene in materia di fiscalità agevolata, incentivazione agli investimenti e semplificazione amministrativa. Beneficiari della misura prevista nell’articolo 1 della proposta di legge, i datori di lavoro assumono lavoratori in mobilità da almeno 12 mesi, a patto che le aziende siano collocate sul territorio regionale.

La legge prevede, attraverso la Cabina di regia per la gestione dei processo di crisi, coordinata da Nappi, la promozione di intese interistituzionali con le Amministrazioni interessate, l’adozione di misure di semplificazione per il rilascio delle concessioni.

“Cresci Campania è un proposta di legge di qualita’ per rispondere alla crisi, mettendo in campo strumenti innovativi – ha detto Nappi – L’eliminazione dell’Irap e’ un tema di cui si parla e noi stiamo studiando uno strumento solido per farlo nel rispetto del principio della sostenibilità costi”.

Per Raffaele Sentiero, consigliere regionale di Ncd ed esponente di Insieme, la proposta di legge “rappresenta lo strumento legislativo concreto con il quale guardiano al futuro delle imprese, dei lavoratori e delle famiglie della Campania nell’ottica, non solo di affrontare questo difficile momento di crisi produttive e occupazionali, ma di guardare ad un futuro di crescita economica e di lavoro”.

Il capogruppo di Ncd, Ugo de Flaviis, ha sottolineato che “la nostra forza politica intendere mettere in campo concrete ed efficaci misure per favorire le imprese affinche’ creino nuovi posti di lavoro”. “Contrastando la pressione fiscale e la burocrazia, due pesi enormi che bloccano lo sviluppo imprenditoriale – ha affermato – siamo certi che si potra’ rimettere in moto lo sviluppo”.

Paolo Romano, presidente del parlamentino campano, ha ricordato come il peso della burocrazia gravi sulle imprese impedendone lo sviluppo. “Uno degli aspetti piu’ significativi e innovativi della nostra proposta di legge – dice – sta proprio nella sburocratizzazione, nella previsione di tempi certi per la conclusione dei procedimenti amministrativi e di sanzioni a carico dei soggetti che non si attivano o impediscono lo snellimento amministrativo”.

Parla, invece, di ”legge in controtendenza”, Eduardo Giordano, il quale ha spiegato che la norma ” punta sulla defiscalizzazione e sulla semplificazione della macchina burocratica attraverso accordi di servizio nell’ambito di intese interistituzionali con le amministrazioni locali”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+RSS thisEmail this to someonePrint this page

Nappi, minacce ad Alfano sono la dimostrazione del suo buon lavoro

”La dimostrazione che Angelino Alfano ha da sempre improntato il suo lavoro e il suo impegno contro ogni tipo di criminalità organizzata”. Severino Nappi, assessore al Lavoro della Regione Campania, ed esponente del Nuovo Centrodestra, esprime la sua solidarietà al ministro dell’Interno Angelino Alfano, in merito al progetto di attentato contro di lui ordito dalla ‘ndrangheta e reso noto da un pentito, nel corso di un processo.

”E’ preoccupante il clima di tensione che si sta creando nel Paese – afferma Nappi – contro chi ogni giorno lotta per contrastare le mafie che, da anni, stanno subendo duri colpi grazie all’azione dello Stato e della magistratura”.

”Sono sicuro che Alfano non si lascerà intimidire da simili affermazioni – aggiunge – e che proseguirà con maggiore determinazione la sua azione”.

”Sono legato al leader del Nuovo Centrodestra anche da una grande stima – conclude Nappi – e gli rinnovo la mia vicinanza anche in questo delicato momento”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+RSS thisEmail this to someonePrint this page

Ncd presenta ‘Marano Comune Salvabimbi’, coordinato da Titty Astarita

Ai nastri di partenza il progetto ”Marano Comune Salvabimbi’. Si tratta di un progetto, promosso dal gruppo consiliare del Comune di Marano del Nuovo Centrodestra e coordinato da Titty Astarita, esponente dell’Associazione Insieme.

Il progetto è stato presentato alla presenza del sindaco Angelo Liccardo, dell’assessore alla Pubblica Istruzione e Sanità, Domenico D’Ambra.

A partire dal 4 aprile si terranno presso la Sala Consiliare lezioni interattive sulle manovre di disostruzione pediatriche il cui obiettivoè di informare e formare insegnati, personale Ata e genitori delle scuole materne ed elementari sulla problematica del soffocamento da corpo estraneo, educandoli ad intervenire correttamente in caso di emergenza, con cenni di rianimazione cardio-polmonare e corretta attivazione del servizio di emergenza sanitaria 118.

Ogni anno - commenta la consigliera Titty Astarita, 50 bambini perdono la vita per soffocamento da corpo estraneo non solo per il corpo estraneo che hanno ingerito accidentalmente ma soprattutto perchè chi li assiste nei primi drammatici momenti di solito non è  formato  a queste manovre generando disastrose conseguenze”.

“Bisogna fare in modo – conclude – che chi sta a contatto con i bambini, sappia cosa fare e cosa non fare, e questa iniziativa può dare un impulso vitale nella conoscenza e nella diffusione delle manovre salvavita per la nostra comunità, personale scolastico e per tutte le famiglie”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+RSS thisEmail this to someonePrint this page

Ncd a Scampia per parlare di lavoro e sviluppo del territorio

Un incontro a scampia, quartiere difficile a nord di Napoli, per parlare di opportunità e lavoro sul territorio. Il Nuovo Centrodestra ha organizzato l’appuntamento per ascotlare i cittadini che vivono in questa zona di Napoli con una manifestazione dal titolo “Piccola e media impresa a Scampia”.

”Abbiamo scelto proprio Scampia per parlare di piccola e media impresa perché è proprio quello di cui Scampia ha bisogno – ha detto il presidente di Insieme, Severino Nappi, assessore al Lavoro della Regione Campania – Non servono e soprattutto non bastano i grandi progetti e le grandi strutture”. Peché, come ha spiegato, ciò di cui Scampnia ha bisogno sono “negozi, pizzerie, piccole botteghe e recuperare l’artigianato”.

“Scampia ha bisogno di vita e di lavoro quotidiano – ha aggiunto – solo così lo Stato può sostituirsi all’antistato, solo così i giovani del quartiere possono avere una seria alternativa alla strada della criminalità. bisogna partire dalle scuole, dalle botteghe artigiane e dal commercio”.

“Qualcosa – ha ricordato il presidente – è stato fatto con il microcredito: molti destinatari delle misure sono proprio di scampia ed è per questo che abbiamo il dovere istituzionale, politico e morale di tenere accesi i riflettori sulle nostre periferie e sui territori più difficili della nostra terra”.

All’incontro hanno partrecipato Ciro Esposito, consigliere VIII Municipalità, Domenico Palmieri, capogruppo NCD del Comune di Napoli, Ugo de Flaviis, capogruppo NCD del Consiglio regionale della Campania.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+RSS thisEmail this to someonePrint this page

La lectio magistralis di Nappi sul lavoro con i ragazzi delle scuole

Il lavoro come diritto. E’ a partire dall’articolo 1 della Costituzione che recita: “L’Italia è una Repubblica democratica, fondata sul lavoro” che si è svolta la lectio magistralis del presidente di Insieme, Severino Nappi, assessore al Lavoro della Regione Campania. 

La lezione con gli studenti del’Isis ‘Giancarlo Siani’ di Casalnuovo, a Napoli, rientra in un progetto dell’istituto dal titolo ”Dalle aule parlamentari alle aule di scuola” che i ragazzi stanno approfondendo con degli incontri con le istituzioni sulle tematiche dei diritti sanciti dalla Carta costituzionale.

”L’incontro con i ragazzi del Siani di Casalnuvo – ha detto Nappi – è stato per me particolarmente emozionante. Incontrare centinaia di ragazzi che mi hanno coinvolto con le loro domande e le loro curiosita’, che mi hanno ascoltato con attenzione e che stanno cercando di mettere a frutto cio’ che stanno studiando sui libri, e’ la dimostrazione pratica che l’investimento sull’incrocio tra scuola e mondo del lavoro, delle imprese e delle Istituzioni, e’ la strada giusta per la costruzione di un futuro che vada nella direzione del sapere e del confronto”.

”Ho incontrato un preside e un corpo docente attivissimi, che stanno motivando gli studenti ad uscire fuori dagli schemi ordinari delle lezioni tra i banchi. Sono percio’ ancora piu’ soddisfatto e convinto che faccia bene soprattutto a noi Istituzioni continuare ad uscire dai ‘palazzi’ e proseguire col confronto con i nostri giovani, veri protagonisti del nostro futuro – ha conlcuso – A loro il mio pensiero costante nel lavoro quotidiano e il mio plauso per iniziative del genere”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+RSS thisEmail this to someonePrint this page

Nappi, Le riforme del Governo non esclusive di Renzi

(Il presidente di Insieme, Severino Nappi, assessore al Lavoro della Regione Campania, è stato intervistato da Il Velino)

Ncd Campania, Nappi: “Le riforme del Governo non esclusive di Renzi”

L’assessore al Lavoro della Regione Campania: “Il cambiamento è per il bene del Paese”

“Il Governo mette in campo proposte che non sono esclusive del premier Matteo Renzi. I valori che stanno alla base della scelta di riformare il Paese sono quelli per i quali si è battuto e si batte il Nuovo Centrodestra di Angelino Alfano”. Lo ha detto al Velino Severino Nappi, esponente di Ncd e assessore al Lavoro della Regione Campania, riprendendo le dichiarazioni del capogruppo Nunzia De Girolamo alla Camera.

“Nel Paese c’è la consapevolezza della assoluta necessità di fare riforme strutturali – ha affermato Nappi – Noi di Ncd abbiamo compiuto una scelta coraggiosa sostenendo il Governo con l’obiettivo di avviare il processo riformista in campo economico oltre che istituzionale. Con le decisioni del Consiglio dei ministri di ieri, questa nostra scelta è stata premiata. Abbiamo agito per il bene dell’Italia e non per un tornaconto partitico. Se oggi esiste un Governo Renzi lo si deve ai nostri voti determinanti al Senato e, date le divisioni interne al Pd, anche alla Camera. Pensare di scardinare i vecchi equilibri politici per realizzare una svolta di Governo è stato e resta la nostra ragion d’essere: tagliare spesa pubblica, burocrazia, tasse e sostenere lavoratori e imprese, sono i nostri obiettivi, la unica ragione del nostro sostegno al Governo”.

“Se pensiamo alle politiche del lavoro – ha spiegato Nappi – e in particolare alla ‘riforma dei servizi del lavoro’ e al collocamento, l’idea è quella che la Regione Campania porta avanti da tempo: incrociare domanda e offerta in modo da rendere l’Agenzia utile ed efficace. Lo scopo è quello di realizzare il coordinamento effettivo tra l’Agenzia federale e le Regioni, ampliando quindi i confini del mercato del lavoro ed eliminando zone d’ombra e di incomunicabilità “.

Infine, sul tema della cassa in deroga, altro tema affrotnato da Renzi, Nappi ha concluso: “Sugli ammortizzatori la Campania è l’unica ad avere risorse per il 2014. Non abbiamo sprecato soldi. La discussione sarà affrontata nel migliore dei modi il 19 a Roma nell’incontro già fissato col Ministero. E in quella sede parleremo anche dei due piani “garanzia Giovani” (Youth Guarantee) e Jobs act, e, ovviamente, di cassa in deroga”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+RSS thisEmail this to someonePrint this page

Nappi, Bel segnale revoca licenziamenti di Mc Donald’s

”Una pagina importante, dalla Campania lanciamo il segnale che si può salvare l’occupazione senza mettere le mani in tasca ai dipendenti”. A parlare è il presidente di Insieme, Severino Nappi, assessore al Lavoro della Regione Campania, commentando la recova dei licenziamenti dei dipednenti di Mc Donald’s di sei ristoranti tra Napoli e provincia, per i quali insieme con i vertici di Napoli Futura che gestiste i punti vendita, lavoratori e sindacati, è stato raggiunto l’accordo per evitare la perdita di posti di lavoro.

”Una bella pagina per le politiche del lavoro – spiega – dalla Campania e da questo accordo parte un esempio per la gestione delle crisi aziendali per scongiurare i licenziamenti e far prevalere il buonsenso. L’accordo rende tutti contentiperché abbiamo lavorato in coesione, imprese, sindacati, lavoratori e istituzioni per l’accordo migliore”.

Il presidente Nappi si era detto disponibile, come coordinatore della Cabina di regia per la gestione delle situazioni di crisi a convocare a un tavolo tutti i soggetti coinvolti, per tutelare i lavoratori. Ed è a quel tavolo che, dopo un’intensa trattativa, è stato raggiunto l’accordo.

”Abbiamo scommesso sull’impegno, sul lavoro che salva il lavoro – sottolinea – da parte nostra, come Regione, mettiamo risorse per un accompagnamento iniziale per la riorganizzazione dell’impresa. Spiace però ed è grave l’assenza pesantissima di Mc Donald’s Italia, al tavolo c’era l’imprenditore di Napoli Futura, gli altri invece hanno perso un po’ di credibilità perché non hanno scommesso sulla solidarietà sociale”.

”La Campania ha dovuto fare da sola. Flessibilità sì, ma insieme alla salvaguardia della retribuzione e, con essa, della dignità dei lavoratori – conclude – A loro va il mio primo pensiero, per aver saputo portare avanti una delicata battaglia, più grande di loro, a cui tuttavia non si sono sottratti – conclude – Poi vorrei ringraziare il sindacato per la responsabilità nell’affrontare complessivamente la vicenda”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+RSS thisEmail this to someonePrint this page

Presidente Nappi, De Girolamo persona giusta per guidare il gruppo Ncd alla Camera

Severino Nappi, assessore al Lavoro della Regione Campania e presidente di Insieme, fa gli auguri di buon lavoro a Nunzia De Giurolamo, eletta all’unanimità capogruppo del Nuovo Centrodestra alla Camera.

“Nunzia ha sempre dimostrato di avere qualità e competenza per ricoprire ruoli di grande responsabilità  – afferma – Ora l’aspetta il compito di guidare il gruppo in un tempo di scelte decisive per il Paese. Lo farà per il meglio, guardando esclusivamente all’interesse dei cittadini e portando avanti le riforme necessarie a riavviare il processo di crescita e sviluppo dell’Italia”.

“Ncd ancora una volta – conclude – sceglie nella politica chi lavora per i territori ed e’ pronto ad ascoltarne e a farne proprie le istanze”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+RSS thisEmail this to someonePrint this page