<

news

18 luglio 2015

De Luca come De Magistris di difende coi soldi pubblici

Leggo dai giornali che, per la sua difesa personale in giudizio, De Luca avrebbe schierato innanzi al Tribunale di Napoli, oltre ai suoi legali, sia quelli della Regione Campania sia quelli del Consiglio regionale. La circostanza mi fa sorridere.

Avvocati-1-2

Non certo per il danno erariale che probabilmente gli verrà chiesto di pagare dalla Corte dei Conti, né per  l’ineleganza del gesto o persino per l’inutile sovrabbondanza di giuristi (peraltro i suoi sono anche bravissimi), quanto per il fatto che a pagare tutti questi “extra avvocati” sono i cittadini.

Ma come – mi dico – il parsimonioso De Luca che, proprio l’altro giorno, menava vanto della sua azione risparmiatrice (per gli altri), non lesina poi di spendere i nostri soldi per se? Mica ci troviamo di fronte alla consueta doppia morale di una certa politica?

A proposito,ora che ci penso, mi viene in mente un altro signore che ha fatto la stessa cosa: si chiama Luigi De Magistris, anche lui difeso personalmente in giudizio coi soldi pubblici. Sarà un caso, ovviamente.

Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+RSS thisEmail this to someonePrint this page

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>